LambrateToday

I LETTORI – Città Studi, cittadini in rivolta contro il degrado

Il lettore Marco C. segnala a MilanoToday lo stato di abbandono che da più di 3 anni caratterizza Largo Rio De Janeiro e Piazza Bernini, due piazze sotto tutela ambientale. I cittadini dicono basta e lanciano una raccolta firme per chiedere al sindaco di intervenire

Da tre anni e due mesi gli abitanti di Largo Rio de Janeiro e Piazza Bernini, nel quartiere Città Studi, vivono come topi. Immersi nella sporcizia, nel degrado, strisciando nei pochi centimetri di spazio che sono stati riservati ai pedoni, respirando odore di fogna e rabbia.

Da tre anni e due mesi due fra le piazze più belle e nobili di Milano sono sotto sequestro perchè destinate ai box sotterranei privati. Da tre anni e due mesi la cooperativa incaricata dai lavori non è in grado di presentare un progetto che superi le minime norme di sicurezza e, di conseguenza, il Comune non può autorizzare l'inizio dei lavori.

Già sull'utilità dei box si è discusso molto. A lavori ultimati (se mai inizieranno) i posti auto saranno decisamente meno di quelli disponibili in precedenza e comunque riservati a chi potrà permettersi una spesa di almeno 35/40 mila euro per il box privato.


Le due piazze, che sono sotto tutela ambientale, sia per il pregio delle piante - destinate a morire in breve - che per il pregio degli edifici, alcuni del 1925, cambieranno completamente fisionomia, dovendo ospitare quegli orridi edifici cubici in cemento che sono l'uscita dai parcheggi, le grate di areazione, i muretti divisori e chissà quanti cartelli vendesi box di chi ha fiutato l'affare.

Nel frattempo, a mo di sberleffo, il Comune ha delimitato a strisce blu tutte le vie circostanti e ci invierà a breve il pass per il posteggio riservato ai residenti.

Dopo tre anni e due mesi centinaia di persone che vivono e lavorano in queste piazze dicono basta. E' in corso una raccolta di firme per chiedere al Sindaco di Milano, Letizia Moratti di porre fine a questo scempio, restituire il quartiere a chi ci deve vivere e non a chi ci deve speculare  e quindi a chiudere il cantiere per sempre. E' possibile firmare nei condomini interessati dai lavori ed in alcuni negozi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maggiori informazioni sulla raccolta firme
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento