LambrateToday

La bimba colpita da cornicione rimane grave: s'ipotizzano lesioni colpose

Grave la piccola peruviana colpita da cornicione mentre stava aspettando autobus con la madre: ha perso molto sangue. Il pm Pirotta apre inchiesta per lesioni colpose. Convocato amministratore di condominio

L'edificio Aler dal quale è caduto un pezzo di cornicione

Avrà strascichi giudiziari il brutto incidente che coinvolto una bimba peruviana di 11 anni, colpita da un pezzo di cornicione nei pressina di piazza Fusina mentre stava aspettando il bus con la madre mercoledì 16 novembre, al mattino. 

Il pm Paola Pirotta ha aperto un' inchiesta per lesioni colpose. Iscritto nel registro degli indagati l'amministratore del condominio, a titolo di garanzia in modo che possa nominare un consulente per seguire il lavoro del perito della Procura incaricato di stabilire cause e responsabilità.

Colpita dal cornicione, la piccola ha perso i sensi e ha battuto la testa contro il marciapiede, perdendo molto sangue. E' stata immediatamente chiamata un'ambulanza, che ha trasportato la ragazzina, accompagnata da mamma Jolanda, al Policlinico. L'area dove si è verificato l'incidente è stata transennata, il percorso del bus deviato e sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, chiamati a verificare la stabilità del cornicione dell'edificio e l'eventuale presenza di altre parti pericolanti.

Sul luogo è stato convocato l'amministratore del condominio, un edificio Aler, Salvatore M., in quanto responsabile della messa in sicurezza dello stabile, dove sono in corso dei lavori di ristrutturazione che non coinvolgono però la facciata esterna. Non è la prima volta che a Milano si verificano cadute e crolli di parti di edifici, ma questa volta c'é andata di mezzo una bambina. Qualcuno parla di tragica fatalità, ma per i vigili urbani se gli interventi di manutenzione fossero stati fatti in tempo utile il pezzo di cornicione non si sarebbe staccato. Infatti al condominio verranno chiesti d'ufficio i danni civili per i problemi legati alla manutenzione dello stabile.

Solo una querela penale di parte, da parte dei genitori della bambina nei confronti dell'amministratore, potrà poi accertare se ci sia negligenza. Intanto al Policlicnico, mamma Jolanda piange nella sala d'aspetto, consolata e sostenuta dalla signora per cui lavora come colf da ormai sei anni. Più amica di famiglia che datrice di lavoro, la signora milanese racconta che Jolanda "é una bambina molto tranquilla, quasi timida. Quando è a casa mia si mette davanti alla tv a vedere dei dvd". Chiamata dall'amica peruviana subito dopo l'incidente, la signora si è precipitata al Policlinico dove la bimba non è stata operata, ma le sono stati applicati alcuni punti di sutura. Ora le sono stati tolti i sedativi, ma sarà importante capire come reagirà al suo risveglio. "Bisogna solo aspettare" dice l'amica della madre, confidando di vedere presto la piccola di nuovo davanti alla tv.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento