LambrateToday

Ascensore rotto, invalido prigioniero da 3 giorni

E’ bloccato da tre giorni nel suo appartamento: anziano ed invalido non può uscire perché l’ascensore è rotto. Disagi anche per le altre famiglie dello stabile. Il Sunia ha avvisato il Comune, ma nessuna risposta

Una delle ormai solite storie di degrado cittadino. In Via Caduti di Marcinelle 6, zona Rubattino, un anziano invalido è prigioniero da tre giorni nella sua casa. Lo ha denunciato il Sunia, il Sindacato Nazionale Unitario Inquilini ed Assegnatari.

Il blocco dell’ascensore crea disagi anche ad altre famiglie dello stabile, composte prevalentemente da anziani. L’uomo ha 82 anni ed è invalido al 75%: per lui uscire di casa è praticamente impossibile senza l’ausilio dell’ascensore. In realtà negli ultimi giorni, stufo del disservizio, ci ha provato con la moglie a uscire utilizzando le scale, ma gli è costato poi due giorni di riposo assoluto per recuperare dallo sforzo.

Ma nel palazzo non solo è solo l’ascensore a non andare, ma nemmeno il cancello e il citofono funzionano regolarmente. 

Il Comune e tutti gli organi competenti sono stati informati del blocco dell’ascensore, ma nessuno si è ancora presentato per la riparazione. Questo tipo di episodi sottolinea il degrado e le situazioni di disagio che molte famiglie devono subire negli alloggi popolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Milano, caso di coronavirus: vademecum sulla prevenzione, la trasmissione e l'esposizione

  • Smog alle stelle a Milano, scatta il blocco del traffico: le auto che non potranno circolare

Torna su
MilanoToday è in caricamento