LambrateToday

Milano, uomo cerca di strangolare l'anziana madre: "Mamma, ti devo ammazzare"

'Salvata' dai militari intervenuti in via Valvassori Peroni, a due passi dalla stazione Lambrate

Repertorio

"Quando ho visto l'ambulanza e i carabinieri arrestare mio figlio sono scoppiata in lacrime dalla felicità". A parlare è una donna - una 78enne italiana - ancora terribilmente scossa dopo una serata infernale. Sul suo collo sono ancora visibili i segni delle mani del proprio figlio, che pochi minuti prima aveva cercato di strozzarla.

'Salvata' dai militari intervenuti in via Valvassori Peroni, a due passi dalla stazione Lambrate di Milano, all'una di notte di martedì. Grazie ad una chiamata di un vicino, che ha contribuito a rompere il silenzio nel quale la donna aveva subito violenze fisiche e psicologiche per circa due anni. Un periodo 'nero' cominciato con la morte del marito, e padre del figlio violento. Da quel momento, il ragazzone - un omone di 51 anni - era tornato a vivere a casa dell'anziana ma la sua dipendenza da droghe e alcol avevano fatto degenerare fin dall'inizio la convivenza.

L'uomo, celibe e nullafacente, è stato trovato dai militari in strada. Cercava la madre, che nel frattempo era nascosta tra le auto parcheggiate lungo la via. Urlava come un folle, insultava la donna: "Mamma, puttana, ti devo ammazzare". Le sue mani erano insanguinate perché poco prima - stando a quanto riferito poi dalla madre ai militari - si era ferito spaccando uno specchio. Poi aveva dato uno schiaffo alla donna e aveva tentato di strangolarla. Solo per un caso, forse per il dolore provocato dal taglio sulla mano, aveva mollato la presa. E, in quel momento, la 78enne era riuscita a scappare e chiedere aiuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre i militari del Nucleo radiomobile arrestavano l'uomo, non senza difficoltà, la madre poco lontano, veniva soccorsa da un'ambulanza di passaggio. Il figlio è ora accusato di maltrattamenti in famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bollettino e aggiornamento contagi Lombardia: risalgono morti e i contagi, +216 nuovi positivi

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Riapertura Lombardia 3 giugno 2020, gli scienziati scettici: "Troppo rischioso"

Torna su
MilanoToday è in caricamento