LambrateToday

Nuova baraccopoli di rom in riva al Lambro

La segnalazione: i rom utilizzerebbero il fiume (molto inquinato) anche per lavarsi

La baraccopoli

Insediamenti di rom - con tende e baracche - in via Rizzoli, accanto al Lambro, nella parte più vicina a Cascina Gobba. Secondo alcuni residenti, i rom starebbero innalzando le baracche. Le persone, anche alcuni bambini, sempre stando ai residenti si laverebbero proprio nel fiume, notoriamente uno dei più inquinati d'Italia. 

«Intollerabile una favela di questo tipo», reagisce Silvia Sardone (consigliera comunale di Forza Italia), secondo cui l'amministrazione cittadina non dovrebbe «consentire queste scene». La richiesta è quella di intervenire per fermare l'ampliamento delle baracche. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In una cità come Milano, che aspira ad essere un modello internazionale, non è accettabile vedere questo spettacolo da terzo mondo», afferma ancora la consigliera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bollettino e aggiornamento contagi Lombardia: risalgono morti e i contagi, +216 nuovi positivi

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Riapertura Lombardia 3 giugno 2020, gli scienziati scettici: "Troppo rischioso"

Torna su
MilanoToday è in caricamento