LambrateToday

Ragazzini lanciano sassi contro metrò in corsa e spaccano vetri

Nessuno è rimasto ferito, ma le conseguenze potevano essere serissime: è accaduto nella mattina di venerdì sulla verde, tra Cimiano e Udine. Convogli fermi per 5 minuti. Indaga la polizia, anche se nell'area non ci sono telecamere di sorveglianza

La stazione di metropolitana di Udine, sulla linea verde

Attimi di paura, intorno alle 8 di venerdì 11 gennaio, tra le fermate di Udine e Cimiano, sulla linea verde del metrò. 

Secondo una prima ricostruzione, alcuni ragazzini, sfruttando un passaggio scoperto di via Pusiano, infatti, avrebbero lanciato dei sassi contro il convoglio in movimento, rompendo anche alcuni vetri. Un episodio simile, con un uomo arrestato, era accaduto qualche mese fa. 

Per fortuna nessuna persona è rimasta ferita. Il metrò è rimasto fermo per circa 5 minuti, per fare un controllo di eventuali danni più seri, e poi è ripartito. 

Subito è stata avvisata la polizia, che sta indagando per risalire agli autori della bravata. Nell'area dalla quale i ragazzini avrebbero tirato i sassi, purtroppo, non ci sarebbero telecamere di sorveglianza. Si sta cercando di ricostruire l'episodio con le testimonianze.  

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Ragazza totalmente nuda sul balcone urla e chiede aiuto: poco prima era a casa del vicino

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento