LambrateToday

Milano, spaccia droga a un 17enne: pusher arrestato per la seconda volta in 20 giorni

In manette un uomo di trentotto anni, cittadino eritreo. Il cliente era un 17enne egiziano

È finito in manette. Di nuovo. Proprio come venti giorni prima. A far registrare il particolare record a Milano è stato un uomo di trentotto anni, cittadino eritreo, che mercoledì sera è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di spaccio aggravato. 

Gli agenti della VI sezione della Squadra Mobile, coordinati dal dirigente Massimiliano Mazzali, lo hanno sorpreso a vendere hashish a un ragazzino egiziano di diciassette anni mentre effettuavano dei controlli nella zona di Porta Venezia. 

I poliziotti, appostati in via Vittorio Veneto - nei pressi dei giardinetti diventati sempre più punto di ritrovo di pusher e clienti - hanno visto il 38enne cedere un pezzo di "fumo" da due grammi al minorenne e a quel punto lo hanno bloccato. 

Una volta identificato, a suo carico è emerso un precedente arresto del 3 ottobre - sempre per spaccio nella stessa via - e un divieto di dimora nel comune di Milano, che evidentemente non aveva rispettato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

Torna su
MilanoToday è in caricamento