LambrateToday

Milano, spaccia droga a un 17enne: pusher arrestato per la seconda volta in 20 giorni

In manette un uomo di trentotto anni, cittadino eritreo. Il cliente era un 17enne egiziano

È finito in manette. Di nuovo. Proprio come venti giorni prima. A far registrare il particolare record a Milano è stato un uomo di trentotto anni, cittadino eritreo, che mercoledì sera è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di spaccio aggravato. 

Gli agenti della VI sezione della Squadra Mobile, coordinati dal dirigente Massimiliano Mazzali, lo hanno sorpreso a vendere hashish a un ragazzino egiziano di diciassette anni mentre effettuavano dei controlli nella zona di Porta Venezia. 

I poliziotti, appostati in via Vittorio Veneto - nei pressi dei giardinetti diventati sempre più punto di ritrovo di pusher e clienti - hanno visto il 38enne cedere un pezzo di "fumo" da due grammi al minorenne e a quel punto lo hanno bloccato. 

Una volta identificato, a suo carico è emerso un precedente arresto del 3 ottobre - sempre per spaccio nella stessa via - e un divieto di dimora nel comune di Milano, che evidentemente non aveva rispettato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

Torna su
MilanoToday è in caricamento