LambrateToday

In cucina cocaina e hashish: chiuso il bar del centro trasformato in una piazza di spaccio

Sospesa per venti giorni la licenza. I due gestori erano stati arrestati dalla polizia. I fatti

Il bar chiuso

Serrande abbassate al "Jadom food", il locale di via Lazzaro Palazzi - zona Porta Venezia - trasformato in una vera e propria centrale dello spaccio. Martedì mattina, infatti, gli agenti del commissariato Garibaldi Venezia sono andati a chiudere il locale, la cui licenza - su decisione del Questore, Sergio Bracco - è stata sospesa per venti giorni. 

I guai per il "Jadom" erano iniziati venerdì, quando gli uomini della Squadra Mobile avevano arrestato i due titolari, due italiani di trentuno e trentacinque anni. Nella cucina del locale, infatti, i poliziotti - che già da tempo tenevano d'occhio i due - avevano trovato trenta grammi di cocaina, quarantotto grammi di hashish, un bilancino di  precisione ed un portafoglio con 590,00 euro, ritenuti provento di spaccio. 

Nell'abitazione del proprietario più giovane, gli agenti avevano anche sequestrato una pistola calibro 7.65 con caricatore, risultata rubata a Roma tempo fa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due sono finiti in cella con l'accusa di spaccio, mentre il 31enne deve rispondere anche di possesso illegittimo dell'arma e ricettazione. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento