LambrateToday

Benedetto Marcello, l'area del mercato verrà riqualificata: riasfaltatura e nuovi alberi

I lavori partiranno ad agosto. I dettagli di una storia che si protrae da molti anni

L'area di via Benedetto Marcello

A partire da agosto l'area mercatale di via Benedetto Marcello, parallela di corso Buenos Aires, subirà un restyling di abbellimento, con 240 alberi in più e il trasferimento di parte delle bancarelle (il mercato è bisettimanale, il martedì e il sabato). Una decisione condivisa dal sindaco Beppe Sala, dall'assessore all'urbanistica Pierfrancesco Maran (cresciuto politicamente proprio da queste parti, nella vecchia Zona 3) e dall'Apeca, il "sindacato" degli ambulanti milanesi.

Tre gli obiettivi dei lavori: ripristinare gli alberi, riasfaltare la via e riordinare le circa 120 bancarelle complessive, che verranno trasferite in viale Andrea Doria (tra Palestrina e Loreto) in due gruppi e momenti distinti. Gli ambulanti sono soddisfatti perché il "parterre" d'asfalto è pieno di buche e insidie sia per loro stessi sia per le persone che frequentano il mercato, tra cui molti anziani.

Vincolo della Sovrintendenza

Su queste pagine si parlava della questione nel 2012 e poi ancora nel 2013, segno che il tema è antico. Due le questioni. La prima: un vincolo paesaggistico apposto dalla Sovrintendenza nel (lontano) 1965, secondo cui via Benedetto Marcello, caratterizzata da «bellissimi viali, (..) edifici di grande valore architettonico, (..) ed estesi tappeti erbosi con giardino», come la gemella via Morgagni, meritava una particolare tutela. La seconda: oneri di diritto di superficie per un milione di euro versati al Comune di Milano dalla società che ha realizzato il parcheggio sotterraneo, che avrebbero dovuto essere spesi per riqualificare la via (come da delibera di giunta del 23 gennaio 2009  e che sono "spariti" nelle pieghe del bilancio comunale.

L'attuale situazione di via Benedetto Marcello non rispetta né il vincolo della Sovrintendenza (che, beninteso, non "vieta" il mercato ma impone che sia reso compatibile con il vincolo stesso), né la destinazione a verde prevista dal Pgt. L'utilizzo dell'area per le bancarelle (due volte alla settimana) e come parcheggio (gli altri giorni) ha pressoché distrutto il verde pubblico pre-esistente: che auto e bancarelle non siano compatibili con il mantenimento dell'area a verde non lo dice soltanto la logica ma anche un rapporto del Corpo Forestale dello Stato del 1998. Ribadito tra l'altro dieci anni dopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

Torna su
MilanoToday è in caricamento