LambrateToday

Maxi rissa in Porta Venezia: 20 persone si danno battaglia con cocci di bottiglia e pietre

La lite scoppiata tra due persone ha subito coinvolto due gruppi contrapposti. Feriti tre uomini

Foto MiaNews

E' di tre feriti il bilancio di una rissa scoppiata nel tardo pomeriggio di lunedì 8 luglio in piazza Oberdan, lato viale Vittorio Veneto. Secondo alcune testimonianze, la rissa avrebbe coinvolto una ventina di persone in due distinti gruppi, uno di sudamericani e uno di africani.

La lite sarebbe però scoppiata inizialmente tra due sudamericani. Ed è proseguita con una "battaglia" a colpi di cocci di bottiglie e anche di pietre. Quando la polizia è arrivata non ha trovato molte persone, ma le testimonianze indicano che i partecipanti fossero circa una ventina.

Tre feriti (e denunciati)

I tre feriti sono stati denunciati per rissa aggravata. Si tratta di due somali di 34 e 20 anni e di un peruviano di 23 anni. Il più grave è il peruviano: presentava ferite da coccio di bottiglia all'avambraccio e al fianco sinistro. I sanitari del 118 lo hanno trasportato in codice giallo al Niguarda. I due somali sono stati invece portati in codice verde al Policlinico.

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Perchè alcune persone vengono punte dalle zanzare e altre no?

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come avere labbra carnose ed ottenere un effetto volumizzante

I più letti della settimana

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Marco, il ragazzo trovato morto in piscina a Milano: la tragedia dopo un bagno di notte

  • Studentessa 22enne della Bocconi morta a Napoli: è precipitata dal settimo piano

  • Paura all'Esselunga: donne aggrediscono la guardia con una siringa infetta dopo la rapina

  • Follia su un volo Air Italy per Malpensa: uomo impazzisce e aggredisce tutti, aereo costretto a tornare

  • Bimba ha un tumore al cuore: salvata a Milano con il primo intervento con gli ologrammi

Torna su
MilanoToday è in caricamento